COVID: a Livorno 147 nuovi positivi, in Toscana 2592.

COVID:  a Livorno 147 nuovi positivi, in Toscana 2592.
fonte pixabay

Sono 147 i nuovi casi nella città di Livorno (ieri erano 114).

All’ospedale di Livorno sono 90 i ricoverati (di cui 12 in Terapia intensiva) Fortunatamente oggi nessun decesso nella città.

La Toscana conta in totale 2592 nuovi casi nella giornata odierna a fronte di 15.743 tamponi effettuati ( ieri 2.273 i nuovi casi su 16374 tamponi fatti)

Nella regione sono 57.680 i casi di positività al Coronavirus, 2.592 in più rispetto a ieri (2.168 identificati in corso di tracciamento e 424 da attività di screening). I nuovi casi sono il 4,7% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 3,7% e raggiungono quota 16.738 (29% dei casi totali).

I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.180.350, 15.743 in più rispetto a ieri. Sono 9.398 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 27,6% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 1.382 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 39.440, +5,2% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.512 (77 in meno rispetto a ieri), di cui 209 in terapia intensiva (7 in più).

Oggi si registrano 32 nuovi decessi: 22 uomini e 10 donne con un’età media di 83,1 anni.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 17.138 i casi complessivi ad oggi a Firenze (732 in più rispetto a ieri), 4.856 a Prato (211 in più), 4.619 a Pistoia (236 in più), 3.304 a Massa-Carrara (140 in più), 5.505 a Lucca (224 in più), 7.686 a Pisa (449 in più), 4.197 a Livorno e provincia (211 in più), 5.668 ad Arezzo (199 in più), 2.416 a Siena (109 in più), 1.736 a Grosseto (81 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

La Toscana si trova al 7° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 1.547 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 1.367 per 100.000, dato di ieri).

Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 1.884 casi per 100.000 abitanti, Pisa con 1.834, Massa-Carrara con 1.695; la più bassa Grosseto con 783.


Complessivamente, 37.928 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (2.035 in più rispetto a ieri, più 5,7%).
Sono 37.125 (993 in più rispetto a ieri, più 2,7%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 13.607, Nord Ovest 14.803, Sud Est 8.715).
Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 1.512 (77 in meno rispetto a ieri, meno 4,8%), 209 in terapia intensiva (7 in più rispetto a ieri, più 3,5%).
Le persone complessivamente guarite sono 16.738 (602 in più rispetto a ieri, più 3,7%): 1.242 persone clinicamente guarite (526 in più rispetto a ieri, più 73,5%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 15.496 (76 in più rispetto a ieri, più 0,5%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Sono 32, oggi, i nuovi decessi: 22 uomini e 10 donne con un’età media di 83,1 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 17 a Firenze, 3 a Prato, 2 a Pistoia, 2 a Massa-Carrara, 1 a Lucca, 5 a Pisa, 1 a Arezzo, 1 residente fuori Toscana.

Sono 1.502 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 553 a Firenze, 78 a Prato, 109 a Pistoia, 206 a Massa Carrara, 168 a Lucca, 137 a Pisa, 92 a Livorno, 80 ad Arezzo, 37 a Siena, 27 a Grosseto, 15 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 40,3 per 100.000 residenti contro il 66,6  per 100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (105,7 per 100.000), Firenze (54,7  per 100.000) e Lucca (43,3  per 100.000), il più basso a Grosseto (12,2  per 100.000).

Avatar

Riccardo Repetti

Nato a Livorno il 4 luglio 1956, compiuti gli studi superiori in specializzazione tecnica, ha coltivato da subito la grande passione per il giornalismo accompagnata dall’amore per la fotografia . Risale al 1986 il primo incarico professionale per la redazione livornese de "La Nazione", che dura fino al 1988, quando a ingaggiarlo è "Il Tirreno", Dal 1992 è iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana, elenco pubblicisti. Concluso il rapporto di lavoro con "Il Tirreno”, dopo 31 anni il 31/12/2019 , dal primo gennaio di quest'anno svolge la libera professione. Attualmente dirige il notiziario on line pentanewslivorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *