Vendita de Il Tirreno, il consiglio comunale approva una mozione all’unanimita’

Vendita de Il Tirreno, il consiglio comunale approva una  mozione all’unanimita’

Il Consiglio Comunale di Livorno ha approvato all’unanimità (28 i consiglieri presenti) una mozione in cui si esprimono forti preoccupazioni in merito alle trattative per la vendita del quotidiano Il Tirreno e si esprime piena solidarietà e sostegno ai lavoratori del giornale, impegnando il Sindaco e la Giunta a seguire la trattativa, coinvolgendo le parti, e tutti i livelli istituzionali, al fine di garantire i livelli occupazionali e il pluralismo dell’informazione.

Questo il testo della mozione votata all’unanimità dal Consiglio:

Preso atto

• Della notizia relativa alla trattativa per la vendita del quotidiano “Il Tirreno”, insieme ad altre testate dell’Emilia Romagna, da parte del gruppo Gedi controllato dalla Exor della famiglia Agnelli;

• Che sulla trattativa stessa di vendita non si hanno, al momento, elementi di conoscenza diretta nè sulle prospettive editoriali che sul mantenimento dei livelli occupazionali;

preso atto

dei contenuti della comunicazione del Sindaco di Livorno resa al Consiglio Comunale in data 8 ottobre 2020;

considerata

L’importanza strategica del settore dell’informazione e la centralità democratica del valore del pluralismo della stessa;

visto

L’andamento e le difficoltà del mercato dell’editoria e dell’informazione sul piano nazionale e locale;

considerato che

“Il Tirreno” è una delle testate giornalistiche locali più importanti d’Italia e voce fondamentale per la Toscana tutta;

considerato che

I lavoratori e le lavoratrici del Tirreno hanno proclamato quattro giorni di sciopero in una settimana;

considerata inoltre

La storia de “Il Tirreno” che rappresenta un patrimonio informativo e culturale dei nostri territori e in particolare della città di Livorno e della Costa;

alla luce del fatto che il territorio livornese ha già registrato un impoverimento del panorama informativo con la chiusura della redazione del Telegrafo;

tenuto conto che

A “Il Tirreno” lavorano 77 giornalisti, 40 poligrafici, 12 fotografi e circa 200 collaboratori esterni che rappresentano delle professionalità di grande valore;

Il Consiglio Comunale di Livorno

Esprime

1) Sulla base delle informazioni rese pubbliche fino a oggi, una forte preoccupazione sulle prospettive de “Il Tirreno” e di conseguenza sulla tenuta occupazionale;

2) Pieno sostegno e solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori;

impegna

Il Sindaco e la Giunta a:

1. seguire con la massima attenzione la trattativa per la vendita de il Tirreno;

2. avviare un confronto con l’eventuale nuova proprietà richiedendo garanzie sulla tenuta dei livelli occupazionali; sul piano industriale e sulla libertà di stampa;

3. coinvolgere, sin da subito, tutti i livelli istituzionali per rappresentare le preoccupazioni sin qui espresse e per raccogliere, nel confronto e nella relazione con le parti interessate, tutti gli elementi di conoscenza utili, in modo che sia garantita pluralità di informazione;

4. proseguire l’azione di informazione e aggiornamento del Consiglio Comunale in merito a questa vicenda così importante.

Avatar

Riccardo Repetti

Nato a Livorno il 4 luglio 1956, compiuti gli studi superiori in specializzazione tecnica, ha coltivato da subito la grande passione per il giornalismo accompagnata dall’amore per la fotografia . Risale al 1986 il primo incarico professionale per la redazione livornese de "La Nazione", che dura fino al 1988, quando a ingaggiarlo è "Il Tirreno", Dal 1992 è iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana, elenco pubblicisti. Concluso il rapporto di lavoro con "Il Tirreno”, dopo 31 anni il 31/12/2019 , dal primo gennaio di quest'anno svolge la libera professione. Attualmente dirige il notiziario on line pentanewslivorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *