PD: COMMERCIO, CULTURA E TURISMO PER RIGENERARE PIAZZA GARIBALDI.

PD: COMMERCIO, CULTURA E TURISMO PER  RIGENERARE PIAZZA GARIBALDI.
Piazza Garibaldi (pentafoto)

In un comitato stampa le proposte del PD per rigenerare e valorizzare Piazza Garibaldi:

Cultura, commercio e turismo per la rigenerazione di Piazza Garibaldi
Con la riunione congiunta della III e IV commissione abbiamo iniziato un percorso partecipativo istituzionale sulla Piazza Garibaldi.In questa prima occasione abbiamo sentito in audizione i comitati di quartiere, associazioni e le realtà che hanno partecipato tra il 2017 e il 2019 ai bandi regionali, promossi dall’Assessore Vittorio Bugli, sulla sicurezza e rigenerazione urbana. Non consideriamo fallimentare quel percorso. Le esperienze sentite in commissione ne sono una dimostrazione positiva riconosciuto a Livorno e non solo. Guardiamo ad esempio la galleria di street art “uovo alla pop”. Quei progetti hanno dato dei risultati importanti, almeno nella fase iniziale, rivitalizzando la Piazza Garibaldi.Non neghiamo inoltre che ci siano stati anche dei limiti, che peraltro sono stati posti bene in evidenza dalle stesse associazioni. In particolare, sono emersi nel dibattito due punti: la necessità di una progettualità strutturata nel tempo e di qualità. In questo è venuto meno il supporto della precedente amministrazione comunale guidata da Nogarin-Sorgente, che non ha saputo capitalizzare il lavoro che la Regione Toscana, insieme ad associazioni e cittadini, aveva messo a disposizione.Cosa che probabilmente ci saremmo dovuti aspettare poiché il Comune di Livorno, nella passata consiliatura, fu l’unico a non partecipare a quei bandi regionali direttamente e dall’inizio. Discutibile inoltre la gestione dei bandi per l’assegnazione delle baracchine sulla base della migliore offerta economica che ha portato oggi alla chiusura di otto strutture, con conseguente desertificazione della piazza.Quello della sicurezza delle Piazza Garibaldi e delle piazze più in generale è un tema vero, complesso, che richiede risposte diverse e articolate. L’Amministrazione Comunale non può affrontare questa criticità da sola. Serve la consapevolezza del problema, da parte di tutte le istituzioni preposte all’ordine pubblico, oltre ogni statistica; servono le sinergie delle varie forze dell’ordine per promuovere un controllo intelligente del territorio e da costruire con le realtà associative del quartiere. Non siamo favorevoli a una militarizzazione delle piazze ma a controlli mirati, circoscritti, in alcune aree, in determinati orari e ad attività investigative tese a fare emergere situazioni di illegalità, in particolare sugli affitti dei locali commerciali e non.Questo può essere efficace nell’immediato ma non è sufficiente. Per questo abbiamo avviato il progetto “conversazioni urbane” su Piazza Garibaldi.  Prima di tutto dobbiamo darci un traguardo: come vediamo la Piazza Garibaldi nel futuro? Noi la vediamo integrata nel centro storico allargato, rigenerata, seguendo una vocazione culturale, turistica e commerciale. In questo quadro possiamo individuare interventi sul decoro urbano; sulla riqualificazione sul piano urbanistico e commerciale, premiando la qualità dei progetti; sulla partecipazione e sulla rivitalizzazione culturale.Su questi temi chiederemo un impegno alla prossima Amministrazione Regionale con la quale dovrà essere avviato una condivisione dei percorsi e degli obiettivi, dove sarà fondamentale la partecipazione dei cittadini e dei commercianti.Un percorso tutto da costruire con la consapevolezza di dover fare presto e bene.

Federico Mirabelli
Segretario Unione comunale PD Livorno

Avatar

Riccardo Repetti

Nato a Livorno il 4 luglio 1956, compiuti gli studi superiori in specializzazione tecnica, ha coltivato da subito la grande passione per il giornalismo accompagnata dall’amore per la fotografia . Risale al 1986 il primo incarico professionale per la redazione livornese de "La Nazione", che dura fino al 1988, quando a ingaggiarlo è "Il Tirreno", Dal 1992 è iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana, elenco pubblicisti. Concluso il rapporto di lavoro con "Il Tirreno”, dopo 31 anni il 31/12/2019 , dal primo gennaio di quest'anno svolge la libera professione. Attualmente dirige il notiziario on line pentanewslivorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *