Fatture false: denunciati dodici imprenditori

Fatture false: denunciati dodici imprenditori

LIVORNO: FATTURE FALSE IN IMPRESE EDILI.

12 DENUNCIATI TRA ITALIANI E STRANIERI.

Un’impresa nel settore dell’edilizia emetteva fatture false. Ė stata scoperta dalle fiamme gialle della 1a Compagnia di Livorno che, dinanzi alla frammentarietà della documentazione reperita in occasione di un’indagine fiscale, hanno constatato una serie di perniciose anomalie. La ditta, infatti, pur risultando attiva nei lavori edili e di muratura, presentava dati contabili manifestando una ridotta e incoerente capacità produttiva, con alti ricavi e costi irrisori.

Le investigazioni hanno portato poi i finanzieri ad appurare le reali caratteristiche dell’azienda, risultata un’impresa cosiddetta “cartiera” e deputata, seppur in parte, al rilascio di documenti fittizi utilizzati da altri per evadere le imposte.

Ė stato, quindi, accertato come il (mancato) “contribuente”, tra le altre fatture connesse a operazioni effettivamente realizzate, abbia emesso e mischiato nei documenti fiscali anche fatture relative a transazioni in tutto o in parte inventate,per un ammontare pari a oltre 600.000 euro, nei confronti di 11 aziende (di cui una ubicata nel comune di Prato, una in quello di Cecina e nove nel territorio labronico) delle quali 7 gestite da cittadini albanesi e 4 da italiani, al fine di consentire a queste notevoli vantaggi, potendosi dedurre dai redditi costi in realtà mai sostenuti. Nei confronti degli utilizzatori delle false fatturazioni sono state avviate specifiche indagini, sempre di natura fiscale.

A conclusione degli accertamenti è emerso che l’imprenditore, un albanese residente a Livorno, oltre ad aver omesso la presentazione delle dichiarazioni annuali ai fini delle imposte dirette e dell’I.V.A. per gli anni d’imposta 2014 e 2017 e ad aver nascosto l’incasso di ricavi per 240.000 euro, con un’I.V.A. evasa per 15.000,ha conseguito proventi illeciti per 192.000 euro, quale profitto derivante proprio dall’emissione delle fatture false.

12 le persone denunciate alla Procura della Repubblica di Livorno(8 albanesi e 4 italiani)per reati chevanno dall’occultamento di documentazione contabile all’emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti.

Avatar

Riccardo Repetti

Nato a Livorno il 4 luglio 1956, compiuti gli studi superiori in specializzazione tecnica, ha coltivato da subito la grande passione per il giornalismo accompagnata dall’amore per la fotografia . Risale al 1986 il primo incarico professionale per la redazione livornese de "La Nazione", che dura fino al 1988, quando a ingaggiarlo è "Il Tirreno", Dal 1992 è iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana, elenco pubblicisti. Concluso il rapporto di lavoro con "Il Tirreno”, dopo 31 anni il 31/12/2019 , dal primo gennaio di quest'anno svolge la libera professione. Attualmente dirige il notiziario on line pentanewslivorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *