Covid: nel Livornese 213 nuovi casi, totale in Toscana 2.273 , età media 47 anni, 25 decessi

Covid: nel Livornese 213 nuovi casi,  totale in Toscana 2.273 , età media 47 anni, 25 decessi

Sono 213 i nuovi casi in provincia di Livorno ( la città ne conta 114, ieri erano 83) positivi al tampone.

All’ospedale di Livorno sono 89 i ricoverati, di cui 11 in Terapia intensiva, (stabili rispetto alla giornata precedente. Purtroppo è deceduta una donna di 96 anni.

Nella regione Toscana in totale sono 2.273 i nuovi casi su 16374 tamponi fatti (ieri 1.828 nuovi casi su 15.086  test), ( ieri 2.336 su 14.415 test )età media 47 anni, 25decessi, Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 10 a Firenze, 1 a Prato, 3 a Pistoia, 3 a Massa Carrara, 4 a Pisa, 2 a Livorno, 2 a Arezzo.

I guariti crescono dell’1,5% e raggiungono quota 16.136 (29,3% dei casi totali). 

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 1.589 (73 in più rispetto a ieri, più 4,8%), 202 in terapia intensiva (5 in più rispetto a ieri, più 2,5%).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Nei totali e nelle differenze provinciali, oltre ai nuovi positivi giornalieri, sono compresi 373 casi risalenti al 3 novembre, ai quali è stata attribuita la provincia residenza. Sono quindi 16.406 i casi complessivi ad oggi a Firenze (788 in più rispetto a ieri), 4.645 a Prato (302 in più), 4.383 a Pistoia (214 in più), 3.164 a Massa (27 in più), 5.281 a Lucca (243 in più), 7.237 a Pisa (503 in più), 3.986 a Livorno e provincia (213 in più), 5.469 ad Arezzo (222 in più), 2.307 a Siena (62 in più), 1.655 a Grosseto (72 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 1.304, quindi, i casi riscontrati nell’Asl Centro, 986 nella Nord Ovest, 356 nella Sud est, comprensivi dei nuovi positivi odierni e dei 373 casi del 3 novembre.

La Toscana si trova al 7° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 1.477 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 1.309 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 1.802 casi x100.000 abitanti, Pisa con 1.727, Massa Carrara con 1.624, la più bassa Grosseto con 747.

Complessivamente, 35.893 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (1.945 in più rispetto a ieri, più 5,7%). Sono 36.132 (1.614 in più rispetto a ieri, più 4,7%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 13.161, Nord Ovest 14.665, Sud Est 8.306).

Le persone complessivamente guarite sono 16.136 (246 in più rispetto a ieri, più 1,5%): 716 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 15.420 (246 in più rispetto a ieri, più 1,6%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Sono 1.470 i deceduti dall’inizio dell’epidemia, dai quali sono stati oggi tolti 16 decessi erroneamente comunicati nella giornata di ieri dalla Asl Toscana Centro. I 1.470 deceduti sono così ripartiti: 536 a Firenze, 75 a Prato, 107 a Pistoia, 204 a Massa Carrara, 167 a Lucca, 132 a Pisa, 92 a Livorno, 79 ad Arezzo, 37 a Siena, 27 a Grosseto, 14 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Avatar

Riccardo Repetti

Nato a Livorno il 4 luglio 1956, compiuti gli studi superiori in specializzazione tecnica, ha coltivato da subito la grande passione per il giornalismo accompagnata dall’amore per la fotografia . Risale al 1986 il primo incarico professionale per la redazione livornese de "La Nazione", che dura fino al 1988, quando a ingaggiarlo è "Il Tirreno", Dal 1992 è iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana, elenco pubblicisti. Concluso il rapporto di lavoro con "Il Tirreno”, dopo 31 anni il 31/12/2019 , dal primo gennaio di quest'anno svolge la libera professione. Attualmente dirige il notiziario on line pentanewslivorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *